LECCE

RISERVA NATURALE WWF LE CESINE

Condividi questo articolo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

La riserva naturale Le Cesine è un’area situata nel comune di Vernole nei pressi di San Cataldo, gestita dal WWF. Inizialmente si presentava come zona paludosa e umida che, quindi, impediva la coltivazione del terreno, e in cui era altissima la presenza della zanzara anopheles, causa della malaria. Verso la fine dell’800 è iniziato il recupero di questa zona che, nel 1978, è stata istituita come oasi naturale e, nel 1980, è stata riconosciuta Riserva Naturale di Popolamento animale. Il nome, di derivazione latina (“Seges”, zona abbandonata), rimanda alla pratica medievale di utilizzare i terreni fertili, sfruttarli e poi abbandonarli.

— Noleggia una Bicicletta e visita l’Oasi WWF delle Cesine SCOPRI TARIFFE E SOLUZIONI —

L’oasi presenta varie caratteristiche: dune sabbiose dividono dal mare la zona umida costituita da due stagni: Pantano Piccolo, o Salapi, e Pantano Grande. L’area è inoltre caratterizzata da una ricca vegetazione con diverse specie vegetali e una fauna stanziale e migratoria. La vegetazione potrebbe essere divisa in varie zone: Pineta – Macchia mediterranea (area di arbusti con foglie piccole e lucide che si suddivide in macchia alta, in cui crescono soprattutto querce, ginepri e il lentisco; e macchia bassa, caratterizzata da ginestre e piante cespugliose come il rosmarino) – Lecceta (area in cui prevale la presenza del “leccio”, albero sempreverde dal fusto generalmente inclinato, che può avere anche un aspetto cespuglioso).
Tra le specie animali è possibile ammirare l’airone cenerino, il germano reale, il piro, il riccio e la tartaruga palustre e, più raramente, l’airone bianco maggiore e l’airone rosso. Nel sottobosco è possibile, invece, vedere il biacco, serpente tipico della zona chiamato dai contadini “serpe nera”. La presenza di una flora e una fauna tanto ricche ha fatto sì che l’oasi Le Cesine diventasse, negli anni a seguire, zona a protezione speciale.

NOTE
Si può visitare l’Oasi a piedi o in bicicletta percorrendo la via principale e la via del Pesce, le altre aree hanno accesso limitato.
Le visite guidate all’interno dell’area protetta si svolgono la Domenica mattina e pomeriggio in orari stabiliti secondo il periodo dell’anno.

CENTRO VISITE GUIDATE
Masseria Cesine – Vernole
Tel. +39. 329.8315714
lecesine@wwf.it
www.riservalecesine.it

 

Photo Credit @Roberto Leone

Ti suggeriamo anche...

Scopri le migliori
esperienze nel Salento