LECCE

Corigliano d’Otranto

Condividi questo articolo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email
Città del Salento - Grecìa Salentina - Castello di Corigliano
Corigliano d’Otranto


La città di Corigliano d’Otranto, collocata al centro del Salento, è uno di quei piccoli centri storici che testimoniano la bellezza dei paesini dell’interno della penisola salentina.
Monumento più importante della città è sicuramente il Castello, che fronteggiò nel 1480 l’attacco dei Turchi. Viene costruito su
un edificio preesistente a pianta quadrata agli inizi del 1400. Dopo la fine della casata De’ Monti, a cui si deve la costruzione del castello nel 1465, questo passò alla famiglia Trane, che lo trasformò in Palazzo Ducale nel 1667.
La struttura, a pianta quadrata, presenta quattro torrioni angolari circolari, ognuno dedicato ad un santo, posto in rilievo su ogni sommità, con accanto le raffigurazioni allegoriche delle quattro virtù cardinali, e un profondo fossato costruiti dopo la liberazione di Otranto dai Turchi. Troviamo a sinistra San Michele con l’allegoria della Fortezza, a destra Sant’Antonio Abate con la Temperanza. I torrioni posteriori sono intitolati uno a San Giorgio, con l’allegoria della Prudenza, l’altro a S. Giovanni Battista associato alla Giustizia.

La facciata del castello viene ricostruita e abbellita nello splendido stile barocco tipico del periodo da F. Manuli, su commissione del duca Francesco Trane. Al centro è il portale d’ingresso sormontato da un balcone a sbalzo delimitato da un’elegante balaustra e da tre nicchie: quella centrale ospita la statua del committente, le altre le allegorie della Verità, del Castigo, della Tolleranza e dell’Ardore magnanimo. Nei lati le finestre sono intervallate da altre statue di virtù, mentre sulle architravi poggiano i busti di grandi condottieri del passato.
Oltre al castello sono da visitare a Corigliano la Parrochiale, del XVI secolo, intitolata a San Nicola, la cappella della Madonna degli Angeli e il famoso Arco Lucchetti, con motivi di ispirazione bizantina, mussulmana e classica.

Ti suggeriamo anche...

Scopri le migliori
esperienze nel Salento